Racconti di Mare

Racconti di Mare · 01. giugno 2018
di Silverio Mazzella Dopo la perdita del gozzo, le reti che papà aveva calato restarono per un bel po' in acqua. Poi si mise d'accordo con Serto Nunzio per andare a recuperarle con la sua barca. Arrivò il giorno in cui Nunzio era libero ci avvertì, fissarono l'orario per andare e il mattino seguente papà mi chiese se volevo andarci io con Nunzio, tanto sapevo dove erano. Nel tempo che ero stato con lui mi aveva insegnato a prendere i rilevamenti (segnal). Partimmo Nunzio ed io, direzione...

Racconti di Mare · 24. aprile 2018
di Silverio Mazzella Credo che fosse nel 1973, sicuramente in primavera. Avevo già fatto un imbarco ed ero in attesa del secondo. Allora in primavera si andava a caccia. Non so se fosse già stata chiusa, fatto è che come tanti coetanei andavo a caccia anche io. Quel giorno quando uscii di casa vi era un bel maestrale fresco. Andai verso i "Guarnieri" ed ero intento a sparare alle tortore, vi era un bel passo. Poi improvvisamente il maestrale cessò e, guardando verso Zannone vidi ben 3...

Racconti di Mare · 18. aprile 2018
di Silverio Mazzella Mio nonno paterno, Mazzella Silverio ( Cummarella) aveva una barchetta di circa 4 metri che gli serviva per il ritiro della merce per la sua attività commerciale. Quando arrivava il piroscafo spesso andavo con lui a ritirare la merce, poi approdavamo alla spiaggia di S. Maria e da li portavamo, a spalla, la merce nel negozio situato nella piazza della chiesa. Proprio col nonno e con le traversate ho imparato ad usare i remi. Mi dava tantissimi consigli sul modo di...

Racconti di Mare · 09. aprile 2018
di Silverio Mazzella "Cappeggiando" (procedere lentamente per quanto le condizioni meteo lo consentono) riuscii ad arrivare nei pressi della scogliera di Cala Feola, ora il più era fatto e sentii in me tutta la tensione accumulata andar via, ma volevo fortemente che, anche i MIEI smettessero di essere preoccupati. Entrai all'interno delle piscine, mi avvicinai ad una barchetta ormeggiata, vi legai le cime prodiera e poppiera su un lato e saltai a terra, ero fradicio d'acqua e ciò nonostante...

Racconti di Mare · 03. aprile 2018
di Silverio Mazzella Ero a meno di un miglio dalla costa, e intanto iniziava a tramontare il sole, a Chiaia di Luna aveva ancorato la cisterna dell'acqua a cerca di ridosso, per prima cosa ci passai vicino perché nonostante avessi in barca la radio, nel pomeriggio ne avevo maldestramente rotto l'antenna, prima di arrivare al faro stava diventando buio, a titolo precauzionale attivai la pompa di sentina e tolsi tutta l'acqua. Arrivati al faro il mare era già mosso e aumentava in modo rapido,...

Racconti di Mare · 28. marzo 2018
di Silverio Mazzella Di solito, quando vi scrivo di un racconto, cerco di descriverlo tutto in un unico episodio; questa volta sarà diverso, cercherò comunque di descrivere il tutto in due episodi. Come spesso accennato una delle zone di pesca da me preferite era Palmarola con preferenze per "Zirri" o "secca mezzogiorno". Normalmente se ero intento alla sola pesca delle Granceole usavo 4 gruppi di reti della lunghezza media di 1000 metri cadauna, nel giorno preciso che sto a raccontarvi ne...

Racconti di Mare · 20. marzo 2018
di Silverio Mazzella Negli anni che frequentavo il nautico a Gaeta, alla fine dell'anno scolastico, ero solito andare a lavorare sull' “Apollo” e non ricordo neanche per quale motivo; probabilmente per qualche motivo a Luigi ,il cognato di Gennaro, venne a mancare 1 marinaio così mi fu chiesto di sostituirlo per qualche giorno. Oltre a luigi vi era Salvatore Vitiello (mezzacapa) e un'altra persona che non ricordo chi fosse. Uscimmo come si usava, nelle prime ore del pomeriggio, calammo le...

Racconti di Mare · 13. marzo 2018
di Silverio Mazzella Come avevo accennato nel precedente racconto, a causa del forte cattivo tempo avevo dovuto lasciare le reti a mare poiché non sarei riuscito mai a tirarle con il mio gozzetto. Pertanto andai a parlare con Salvatore Morlè chiedendogli di darmi una mano. Lui chiese il permesso in Capitaneria e una domenica andammo a tirarle. I 4 petagni erano ad una decina di metri l'uno dall'altro, individuai quello che avevo tirato su e che avevo rinforzato nel ricalarlo. La paranza...

Racconti di Mare · 07. marzo 2018
di Silverio Mazzella Nella pesca a strascico a rutunn spesso capita di trovarci impigliato qualche “capzzon”, una specie di vipera di mare più grande di quelle che normalmente stanno insabbiate sulle spiagge e di conseguenza con una porzione tossica maggiore. Ricordo che quella notte in particolare eravamo a pescare alla “scarrupat i for” in barca c'era papa ,“Barbetta”, era il soprannome del papà di Flora, ed io. Avevamo fatto già 5 o 6 tirate a strascico pescando poco, poi...

Racconti di Mare · 28. febbraio 2018
di Silverio Mazzella Verso la fine degli anni 90, quando fece quel tempaccio che ruppe la roccia a Cala Fonte, io avevo a mare 4 gruppi di rete a granceola, ne avevo 1 a scirocco della piana di mezzo, 1 a scirocco dello scoglio rosso di Zannone e 2 nel “frev i zannone” sempre lato sud. Questi 2 erano ad un centinaio di metri di distanza ed erano paralleli. Passato il cattivo tempo uscii per recuperare il tutto. Arrivato alla piana vidi ambedue i petagni, ne fui contento e proseguii. Allo...

Mostra altro