· 

BACI SELVATICI

di Antonio De Luca

 

Le tue labbra selvatiche e morbide

di acqua marina e brace che arde

come onde nerudiane di versi e sale

mi riempiono di mosto e vento e vuoti

segreti e leggende e isole abbandonate

mi affondano in un non luogo interiore

gli occhi tuoi e i capelli e le mani

come frutti di mare e uva dolce e spezie

e poi d'aroma di alghe il tuo respiro

come mare che sferza paratie di ferro

oggi stiamo ad aspettare su quel fasciame

la tua bocca la mia bocca

davanti al mare a lottare tutte le attese.

Scrivi commento

Commenti: 0