· 

GIRAVOLTA DEL SINDACO SULLE CISTERNE ROMANE

di Danilo D'Amico

 

"Se dici una menzogna enorme e continui a ripeterla, prima o poi il popolo ci crederà". Cit. Joseph Goebbels.

La mia frase d'apertura non poteva che essere un aforisma attribuito al Ministro della Propaganda di Hitler, perchè è ai nazisti che il nostro Sindaco, nel suo scritto di oggi, ci ha paragonati. Ha finalmente detto la sua in merito alla faccenda delle Cisterne Romane con 45 righe molto ben scritte, delle quali solo 11 parlano del caso in questione. Il resto è fuffa. Interessante è notare cosa NON è stato scritto, e vado a spiegare.

 

Il giorno 4 Maggio il Cons. Piero Vigorelli denunciava la chiusura delle Cisterne Romane, con tanta fatica riportate alla luce, e in poche ore, come giusto che sia, si è scatenato un putiferio. L'indignazione è stata tale da costringere La Casa dei Muti a dare una risposta. Nella risposta dell'Amministrazione, giunta in giornata, si legge di una non meglio precisata indagine della Guardia di Finanza a carico della passata Amministrazione e che, scadendo la gestione della Pro Loco a fine mese, si sarebbe andati a bando pubblico. Dopo le precisazioni di Vigorelli sulla questione Finanza, e cioè che non c'è nessuna indagine ma solo una richiesta, già esaudita, della Finanza alla Pro Loco per avere le rendicontazioni sulla gestione delle Cisterne, nella risposta del Sindaco di oggi questa faccenda è scomparsa.

 

Che si siano informati bene? Più plausibile che il loro bluff sia stato scoperto. E allora cosa fare? Dire una parte di verità e sviare l'attenzione dando colpe a destra e a manca. Il Sindaco dice a proposito del bando pubblico: "ma forse la giunta precedente usa a sterili autoritarismi privi di autorevolezza, di questa occorrenza non si era mai accorta". Posso chiedere al Sindaco chi fu ad "accorgersi" dell'esistenza delle suddette Cisterne? Meglio di no, perchè la risposta sarebbe imbarazzante: la Giunta precedente. Nemmeno lui nei suoi due precedenti mandati, ne tanto meno chi con lui amministra e già lo ha fatto in passato.

In merito al bando pubblico, posso chiedere come mai non si è pensato a farlo prima? Come mai ci si è ricordati alla scadenza e in un momento di afflusso turistico? Un pò di progettazione, è troppo chiederla? Ma, a quanto pare, il Sindaco ha già la risposta pronta a queste mie argomentazioni. Una risposta facile da dedurre per tutti noi che ci siamo abituati al modus operandi della Gang in questione: la colpa è sempre di qualcun altro. L'unico risultato che si è ottenuto è quello di recare un danno a noi tutti e ai turisti, ed alcuni "abitué" si sono già "accorti" che la musica è cambiata.

 

Oltre alle tante già nominate belle parole, trovo molto buffo che il Sindaco citi le "tecniche di propaganda per cercare di influenzare gli orientamenti politici dei ponzesi" con opinione disdicevole. Proprio lui che ne ha beneficiato per vincere. Un'Amministrazione nata dall'astio creato per difendere gli interessi di pochi, e in questo non inserisco il Sindaco perché nonostante tutto sono sicuro della sua buona fede, non dovrebbe preoccuparsi dei "nomignoli" datigli dagli avversari politici, ma di mantenere le promesse fatte ai singoli (e sono state tante) e di soddisfare le aspettative della popolazione (se gli rimane tempo). Invece si pensa a paragonare i due grandi avversari politici, il sottoscritto e Piero Vigorelli, ai Nazisti. "A valutare dall'impegno profuso, ci sarebbe da aspettarsi che, se fossero stati al posto dell'attuale giunta, avrebbero creato l'Assessorato alla propaganda (come il Ministero di antica e inquietante memoria)".

 

Francamente non so quale Assessorato avrebbe creato Vigorelli, probabilmente nessuno, perchè noi tutti ci saremmo impegnati non dico a fare del bene (perchè può suonare allegorico) ma quantomeno a non creare disastri e a fare le figure di m***a alle quali ci ha abituato questa Amministrazione. Ma se un Assessorato del genere fosse stato creato, e giuro che avrei insistito solo per la gioia di vedere il trapianto di bile al quale evidentemente li costringiamo ogni qual volta che evidenziamo le inadempienze amministrative, posso assicurare che lo avrei fatto funzionare con efficienza. Può dirmi, cortesemente, il Sindaco, quali sono gli Assessorati e gli uffici che sotto la sua così democratica e democristiana guida funzionano con altrettanta efficienza?

Scrivi commento

Commenti: 0