· 

UN SUCCESSO, SU TUTTI I FRONTI

di Danilo D'Amico

 

Tutti voi avrete certamente notato che c'è stato, nei tre giorni dopo l'annuncio dell'acquisto dell'Ambulanzetta, uno strano silenzio mediatico da parte mia e della mia squadra. Eppure il chiacchiericcio in merito era aumentato a dismisura e forse qualcuno è rimasto confuso ed avrebbe voluto qualche spiegazione in più. Il silenzio è stato imposto da me e le spiegazioni sono state date ieri pubblicamente in modo che i soliti 4 arruffapopoli non possano inventare altre cavolate che solo delle menti frustrate possono partorire. Sarebbe ora di finirla con la "uallera" e pensare al bene di Ponza. 

 

Io l'ho fatto...e con me tutta la squadra.

 

Avrei potuto cavalcare, sull'onda della campagna elettorale, questo argomento e farne promessa per ottenere voti. Avrei potuto, ieri, far passare un messaggio diverso e togliermi i tanto famosi "schiaffi dalla faccia".

 

Non l'ho fatto.

 

Ieri è stata una giornata di festa per tutti, e ultimamente non sono stati molti i motivi per festeggiare. C'è stato un clima distensivo e il Sindaco nel suo discorso, e non solo, ha capito la bontà della nostra iniziativa. Sarebbe ora che lo capissero anche tutti quei "personaggetti" che volano intorno a lui come avvoltoi e che nulla hanno a che fare con il dibattito politico isolano. Buoni solo a strappare qualche "like", a offendere e a criticare, si sono scatenati nei discorsi più assurdi. Vorrei fare delle precisazioni.

 

A chi ha chiesto i soldi indietro dico che per farlo, prima, bisognerebbe darli.

A chi ha detto che questi soldi dovevano essere spesi in un'altra maniera dico che invece di blaterare di cose che non conoscono potrebbero organizzare loro queste iniziative, altrimenti si limitino a farsi una birra al bar che è l'unica cosa che gli esce bene.

A chi ha provato a dire che questo mezzo fosse inutile non risponderò perchè è già stato ampiamente zittito dal dott. Di Carlo e lo ringrazio vivamente.

 

La Ponza di ieri è quella che voglio costruire. Una Ponza dove due avversari (non nemici) politici come il nostro Sindaco e me si trovano insieme a festeggiare Ponza e il suo grandissimo cuore.

 

Ringrazio Silverio "Cummarella" per le parole che ha speso per me, la Protezione Civile per il suo sostegno e il calore dei presenti che mi è stato dimostrato. Ringrazio la mia Associazione per aver offerto il buffet, Assunta Scarpati per la torta in questione (è rimasta solo la foto) e la Macelleria Aprea sulla Piana per le due teglie di pizza. Infine, oltre alle Associazioni presenti, ringrazio i mie amici del gruppo Rock Silverio "cocò", Gaetanino, Salvatore e Matteo Merche per la strumentazione. Continuerò e continueremo a lottare per Ponza e per i ponzesi.

 

Questo è solo l'inizio.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Alessandro (sabato, 03 marzo 2018 13:49)

    Sono contento per voi e per la mia P O N Z A al quale sono legato come un figlio