· 

DI FAZIO IL BANCHIERE, STORIA GIÀ DIMENTICATA

di Danilo D'Amico

 

"La vita è ciò che ti produce nel momento in cui stai prensando  un'altra cosa"

"La vita è ciò che ti accade quando sei tutto intento a fare altri piani"

Due citazioni, una è di Jhon Lennon e una di Gennaro Di Fazio spacciata per citazione del cantautore dei Beatles in un'intervista pubblicata su Youtube. Vedi l'intervista.

 

In questa "intervista" fatta non si sa da chi, il Consigliere Di Fazio vuole apparire come il Salvatore della Patria: lui il regista della vittoria di Ferraiuolo, non vuole essere considerato uomo della politica ma ammette di essere in politica da più di trent'anni.

Elenchiamo i successi da lui stesso sbandierati:

- Assessore alla Sanità a 30 anni nella giunta La Monica (Giunta durata due anni);

- Creazione della Comunità Arcipelago Isole Ponziane (Oggi dichiarata estinta dalla Regione);

- Fu Consigliere di Minoranza; (Anche in quella circostanza la sua presenza non fu pervenuta);

- Zingaretti ha operato bene nella Sanità (Questa si commenta da sola);

- La Regione Lazio uscita dal Commissariamento della Sanità (Se il nuovo governo lo permetterà, non prima del 2019).

 

Non parla del suo più grande successo: La Banca del Lazio Meridionale di Credito Cooperativo.

Era il 2003 quando i membri del Comitato promotore Luca Zenobi, Francesco Occipite Di Prisco, Maria Concetta d'Aversa e Giuseppe Bortone crearono questa Banca. Nel 2006 il comitato si sciolse e nel 2008 quelle stesse persone furono multate dalla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) per inadempienza per 413.000€.

 

Indovinate chi disse: "Per Statuto, le banche di credito cooperativo reimmettono sul territorio i capitali raccolti, a differenza delle altre banche che usano il nostro denaro per fare cassa, per poi andare a fare investimenti su aree ritenute più produttive e convenienti. Ci hanno detto che siamo la banca dei comunisti. Io rispondo che questa è una banca in cui tutti possono essere sicuri di dove vanno a finire i soldi e che per questo merita fiducia, specie in un periodo in cui i risparmiatori si sentono traditi".

Si proprio il nostro Di Fazio in una conferenza stampa tenutasi ad Itri per promuovere l'iniziativa.

 

Promosse una banca che fallì poco dopo e infatti per qualche tempo di lui in politica non ce ne fu neanche l'ombra. Testa sotto la sabbia e via. C'è poco da fare, la sinistra è meglio che stia lontana dalle banche: MPS, Banca Etruria vi dicono nulla? E meno male che BLM andò fallita o anche noi del Sud-Pontino avremmo avuto casi simili. Resta comunque il fatto che non tutti i risparmiatori ebbero il denaro indietro. Come mai Di Fazio non parla più di tutto questo? Forse perché c'è poco da dire se non che ogni sua iniziativa politica è stata un fallimento, eppure ha ancora la faccia tosta di presentarsi come immacolato di fronte agli elettori.

 

Curioso come chi predica: "i politici fanno schifo", "largo ai giovani", "viva il nuovo" ora andranno a votare questa vecchia volpe (fallita) della politica. E sia ben chiaro che la sua attività di medico non è in discussione, anzi...ma la politica non fa per lui. Negli ultimi otto mesi di lui su Ponza abbiamo visto solo le sue promesse, nulla di più. Ancora fiducia?

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    lello (venerdì, 09 febbraio 2018 17:20)

    io lo so...Gennaro è un'encomiabile persona è medico ..nulla da eccepire sulla sua professionalità. ...ma la politica non è per lui....prima di tutto perché in politica non ci possono essere i teneri...e poi perché lui crede da sempre in una sinistra che va allo sbando è non porta da nessuna parte...