· 

SCUOLE, IN STATO DI ABBANDONO

di Danilo D'Amico

 

Da quanto tempo non entrate nelle scuole? Alcuni di noi, non avendo figli, da un bel pò. Eppure un giretto sarebbe il caso si facesse.

 

Le superiori al Pantano ad esempio...una ringhiera esterna arrugginita che anche la ruggine si vergogna, lavagne rotte, porte rovinatissime e cronica mancanza di materiale. Per non parlare poi della derattizzazione fatta ad inizio anno solo in seguito a numerose proteste.

 

Il plesso della Cavatella (materna, elementari e medie), che insieme al plesso di S.Maria (materna ed elementari) è il più importante in termini di numero di bambini, non versano in condizioni migliori. Alla Cavatella il "montascale" per garantire l'accesso ai disabili, precedentemente installato e atteso da 30 anni, non funziona da diversi giorni.

 

La vera schifezza si è avuta oggi con il plesso di S.Maria: scuola al gelo per mancanza di gasolio, quindi riscaldamenti zero. Pare strano sia finito, pensavo ce ne fosse una scorta illimitata visto che i riscaldamenti restavano accesi anche il sabato e la domenica a detta degli abitanti di zona. Fanno sapere, però, che stanno risolvendo. Sena alcun dubbio la cosa mi rincuora, ma come mai fino ad ora controlli zero? Una gestione a dir poco indecente.

 

Dopo gli innumerevoli lavori fatti svolgere ai plessi dall'ex Assessore Franco Ambrosino si è passati alle ammalianti poesie del delegato alla Scuola Franco De Luca. Solo per citarne alcuni di questi lavori: 

- Impermeabilizzazione di tutti gli istituti;

- Installazione del fotovoltaico;

- Cambiati tutti gli infissi ai plessi di Porto, S.Maria e Pantano;

- Telecamere a S.Maria e Cavatella;

- Rifatti i bagni al Porto;

- 5 aule, non una, rifatte totalmente a S.Maria;

- Aule per disabili alla Cavatella e a S.Maria;

- Ma soprattutto, si rifornivano tutte le scuole con precisione evitando di lasciare i bimbi e i ragazzi al freddo.

 

Nulla è cambiato da quando, anni fa, da rappresentante d'istituto delle superiori riunii i rappresentanti di classe e chiesi un incontro all'allora Preside Ferraiuolo e al delegato (o Assessore, non ricordo) alla Scuola Enzo Di Giovanni. Già allora i riscaldamenti non funzionavano e ci toccava gelarci il c...uore in un istituto che sembrava fatto di ghiaccio. La storia si ripete oggi, stessi protagonisti con qualche piccola variante.

 

All'ex Preside Ferraiuolo: può gentilmente chiedere al suo delegato alla Scuola De Luca di comporre qualche poesia in meno e di dedicare un pò più di tempo ai nostri plessi scolastici? Il Mondo della Letteratura capirà...Grazie.

Scrivi commento

Commenti: 0