· 

I 45 FELLONI

di Silverio Mazzella

 

Agli inizi degli anni '90 feci la più grande pescata di granceole, capitò ad inizio gennaio.

 

Ricordo che fece oltre una settimana di cattivo tempo, passavo il pomeriggio al bar a giocare, e tra i tanti amici vi era anche "il Guardiano" (il padre di Rosario) e tra una maniglia e una briscola lui era solito dirmi: "e mo cu tutt stu mal tiemp i fellun ammaglin e straccen i rezz". Io ripetevo: "Ammen i rezz s'accongen".

 

Poi finalmente potei andare a pesca: avevo 2 gruppi di reti postate sulla "secca di zirri" e 2 su quella di mezzogiorno, iniziai a tirare a zirri.

 

Il primo gruppo pescò 13 felloni, ero contento di solito ne pescavo 5/6 per gruppo. Pensai "il secondo gruppo sta poco distante ed è parallelo a questo per cui posso sperare di prenderne una decina"...ne presi 22, ero stracontento, avevo tirato metà reti e catturato 35 pesci.

 

Mentre andavo alla secca di mezzogiorno pensavo: se mantengo questa media oggi ne prendo 70 ma non credo di riuscire a mantenerla, ma anche se mantengo la media degli altri giorni con un paio in più, per il lungo periodo di pesca, supero i 50.

 

Giunto a destinazione ne presi altri 6 nel primo gruppo di rete e 4 nel secondo gruppo.. Questa è stata la più grande pescata di granceola, ne ho prese 45, eppure alla fine restai un po' deluso, forse se avessi iniziato a tirare prima a mezzogiorno e poi a zirri me la sarei goduta di più. Comunque resterà nei miei ricordi.

 

 

Ps. foto gentilmente concessa da Giovanni Pacifico

Scrivi commento

Commenti: 0