· 

ROSSETTO

di Maria Vitiello

 

Conviene scegliere i colori chiari e chiarissimi per esaltare lo spessore. Un colore troppo scuro ha la tendenza ad accentuare la sottigliezza delle labbra. I toni più scuri conferiscono alle labbra una minore importanza.

 

Non è detto che la tonalità che sfoggia un amica stia bene anche a voi. Prima di scegliere il colore del rossetto, occorre guardare prima quello della propria pelle.
Un buon consiglio, ad esempio, è quello di analizzarla alla luce del sole, soffermandosi in particolare sulla zona mandibolare. Questo permetterà di capire se si tratta di una pelle chiara, media o scura.

 

Se la pelle è chiara e lattiginosa i rossetti più indicati sono senza dubbio quelli sulle nuance del rosa, del nude, ma anche del corallo e pesca. La pelle media invece richiama la palette del rosa, ma nelle sue declinazioni più forti, come il malva o il bordeaux, che sono perfetti, insieme al mirtillo.

 

La pelle medio scura è la piu democratica. Difficilmente esistono colori che stonano. Ma se proprio si vuol essere precisi, i rossetti aranciati sono i più indicati.
La carnagione scura si sposa molto bene con le tonalità come il bordeaux, burgundy, il brown e il prugna di super tendenza quest'anno.

 

Colore e texture vanno scelti anche in base alla forma delle labbra. Certo il colore racchiude già in se una scelta: rosso per chi cerca un look sensuale, rosa per un allure romantica, viola o arancio come accessorio glamour. Per le bocche piú sottili, assottigliate dall'età è consigliato usare colori pastello e naturali e le texture lucide o semilucide, perché i colori chiari fanno apparire le forme più grandi cosi come le cere e i gel dei gloss riflettono la luce, amplificando l'illusione ottica della carnosità.

Chi invece ha labbra più carnose tende a non metterle troppo in risalto e può scegliere colori scuri.

Scrivi commento

Commenti: 0