· 

COSA VI HA FATTO LA POLISPORTIVA?

di Danilo D'Amico 

 

E' la domanda che mi pongo da un pò. La Polisportiva Ponza, il suo presidente Biagio Rispoli e tutti coloro che la compongono che cosa avranno mai fatto per meritarsi tutto questo?

 

Andiamo per gradi:

 

- Sostituzione di Ferdinando Femiano con Giosuè Coppa, e fin qui ci sta, non certo per il sostituto, che il neo-sindaco porti gente di sua(?) fiducia, ma quello che non ci sta per niente sono le voci schifose di chi accusa l'ex delegato allo Sport di illeciti. Voci sussurrate agli amici a seconda dell'occasione. Invito questi vigliacchi a farsi avanti: se un illecito è stato commesso lo vogliamo sapere o se siete dei poveri dementi (più probabile) sarebbe ora che fosse ufficiale.

 

- Organizzazione dell'evento "Sportivamente", che era un progetto della Polisportiva e per il quale il Femiano fece ottenere un finanziamento da 26.000€. L'associazione a cui l'evento fu affidato è la "Virtus Ponza". Già qui si sentirono le prime campane d'allarme per la Polisportiva. Manifestazione organizzata nell'illegalità. Già all'epoca denunciai il "furto" delle porte da calcetto prese per l'occasione. Quelle porte furono prelevate da un cantiere aperto (questo era il campetto della Cavatella) e poi subito rimesse a posto al termine della manifestazione sportiva. Il chiacchiericcio in difesa dell'illecito si scatenò immediatamente, ma era normale...allora la "Luna Di Miele" dell'amministrazione con la popolazione era ancora in atto. I fatti però non cambiano: era un illecito!

 

- Apertura delle iscrizioni per i bambini nella nuova scuola calcio della Virtus con tanto di evento per spiegare ai cittadini del perchè un nuovo soggetto sportivo operasse sul territorio. Mi fu detto che "inseguivo le chimere" perchè vedevo cose che non c'erano. Non mi dovevo preoccupare perchè nessuno voleva danneggiare la Polisportiva Ponza. Il tutto era stato fatto per "favorire l'associazionismo"...ma allora, e mi ripeto, perchè non INSIEME? Ma vabbè...il ritornello che si ripete da un pò fu "Dateci tempo e vedrete".

 

- Infine giungiamo alla Delibera di Giunta del 19.10.2017. In questa delibera il Comune si riappropria degli spazi dedicati allo sport per la riassegnazione. Il Campo Sportivo di Calacaparra, in sostanza, viene parzialmente tolto alla Polisportiva. Lunedì, Mercoledì e Venerdì non sarà più a sua disposizione e la Domenica sarà condiviso. Tutto questo fino al 15.06.2018 quando scadrà l'assegnamento.

 

Ora la mia analisi:

 

1° Un'amministrazione che ha commesso evidenti illeciti e che ha con se indagati con processi in svolgimento e condannati, che accusa altri di illeciti è come una pornostar che fa una predica sulla verginità al Papa. Farebbero meglio a tacere....

 

2° Invece che continuare il tentativo di salvare "capra e cavoli" inventando cazzate del tipo "nessuno vuole toccare Biagio o la Polisportiva" si farebbe prima a dire la verità. La verità è che per un vostro capriccio state distruggendo un ISTITUZIONE trentennale! State fottendo una delle poche cose che funziona ancora e che ha cresciuto molteplici generazioni di ragazzi isolani (me compreso!). Invece che smetterla di fare stronzate continuate a chiedere tempo...Ancora tempo? tempo per cosa? Vi sono bastati 5 mesi per distruggere il lavoro di decenni, di quanto tempo ancora avete bisogno per capire che mentre voi giocate noi ci rimettiamo?

 

3° Il necrologio per la Polisportiva, salvo miracoli, lo faremo il 15.06.2018. I pochi spazi che ancora ha in gestione gli verranno tolti, finiranno di distruggere lo sport e le frasi di difesa saranno: "Dateci tempo e tutto si sistemerà!", "E' colpa di Vigorelli!", "E' per favorire l'associazionismo!" e "Ma che dite?! Nessuno vuole far fuori la Polisportiva"...

 

 

Avete tutta la mia stima. Avanti così!

Scrivi commento

Commenti: 0