· 

IN UN EPOCA DI MENZOGNE DIRE LA VERITÀ È UN ATTO RIVOLUZIONARIO

di Danilo D'Amico 

 

Facciamo un pò di chiarezza tra le tante chiacchiere.

 

Come tutti ben vediamo e soprattutto SENTIAMO, Ponza è sommersa dai rifiuti e ovviamente si è scatenata la gara "a chi la spara più grossa".

La Diodoro Ecologia srl (alcuni nello sproloquiare non sanno bene neanche il nome) è la vincitrice di bando per la raccolta rifiuti che, ovviamente, è inadempiente. I motivi? Per i soliti arruffa-popoli il motivo è sempre e solo uno...

 

La verità è un'altra.

1° - La Diodoro ha operato sul nostro territorio con un solo autista per molto tempo e potete, quindi, immaginare la mole di lavoro. Avrebbe dovuto sicuramente incrementare il personale stagionale visti anche i problemi con i suoi altri autisti.

 

2° - Ci sono stati dei guasti ai mezzi che ne hanno impedito il funzionamento.

 

3° - La Diodoro sta lavorando, per tutto questo tempo, con una serie di ORDINANZE. Ordinanze fatte in attesa che si concludesse la gara (protrattasi per via del fatto che la "Gea" e la "Diodoro" hanno iniziato una guerra giudiziaria che poi si è conclusa con la vittoria della Diodoro). A questo punto si sarebbe dovuto firmare il contratto con la Diodoro e una settimana dopo le elezioni sarebbe dovuta arrivare la firma. Il contratto non è stato più firmato e ovviamente i motivi non sono degni di essere divulgati.

 

Il contratto non è stato firmato perchè si intende "far fuori" la Diodoro? Possibile...ma, io mi domando e dico, invece di continuare a "scaricare il barile", delucidazioni? Ancora accuse (insensate) alla passata amministrazione? Nostalgia della "De Vizia" che si faceva pagare il doppio rispetto alle reali prestazioni? E tralascio i problemi giudiziari.

 

Tra tutta questa confusione c'è invece chi lavora, o meglio, c'è chi fa i salti mortali per tentare di arginare il problema, ed è l'operoso addetto al settore del Comune, Giuseppe Mazzella (per molti Peppe Anagrafe). E' lui ad essere meritevole di elogi in questo frangente. Un pò meno lo siamo noi cittadini che, nonostante il momento delicato, abbiamo pensato bene di sovraccaricare la spazzatura con oggetti "imprendibili"...tipo i materassi.

 

 

Questi sono i fatti. Il resto è solo fumo gettatoci negli occhi dai soliti aspiranti piromani.

Scrivi commento

Commenti: 0