· 

DA PARIOLI A PONZA

di Danilo D'Amico 

 

L'Egitto ebbe sette piaghe prima di venire quasi annientato...a noi ne basta una!

Ogni anno la stessa storia: centinaia di giovanissimi romani – i pariolini – si riversano sull'Isola e, durante le ore notturne, ubriachi e drogati, si abbandonano ad atti di vandalismo e maxi risse.

 

Colpe?! Molteplici:

  • Operatori turistici che organizzano – da Roma – vacanza all-inclusive per i baby romani, quasi come si trattasse di un rito di iniziazione che ogni aspirante vandalo debba superare;

  • Operatori turistici e privati – a Ponza – che affittano appartamenti a questi minorati (o forse era minorenni!?), non contenti delle lezioni più volte ricevute nel corso degli anni in quanto i danni lasciati da questi animali (prego gli animali di non farmi causa per averli paragonati a loro) superano sempre di gran lunga l'incasso;

  • Locali notturni che, approfittando della loro passione per l'alchool, vendono loro qualsiasi cosa in nome di un guadagno facile ed assicurato;

  • Infine vorrei aggiungere l'Amministrazione Comunale.

 

Tutto questo, infatti, potrebbe essere evitato adottando delle misure preventive – come fatto dalla passata amministrazione – coordinando tutte le attività soggette a questa piaga.

 

Dobbiamo capire che questo problema deve essere affrontato come collettività e non serve lamentarsi dopo aver fatto in modo che il danno venisse commesso. Capisco, però, che è molto più facile guadagnare affittando a minori e vendendo loro alchool (e grazie a Dio sono solo in pochi a farlo) che guadagnare non creando problemi alla propria comunità. Poi, però, si scende in piazza a protestare perchè Ponza è sporca, disorganizzata e martoriata da atti vandalici.

 

L'ex-sindaco Vigorelli scrisse a tutte le attività ricordando loro di non vendere alcolici ai minori rischiando in caso contrario la chiusura, potenziò i controlli con forze dell'ordine sempre presenti e con aumento del loro organico e il fenomeno venne arginato ed ebbe tutto il Consiglio Comunale a favore. Come potete leggere dal file in allegato anche Ferraiuolo era a favore di queste misure preventive. Che abbia cambiato idea anche su questo?

 

Nella Ponza di oggi, a distanza di soli sue anni da quando l'allora consigliere d'opposizione Ferraiuolo era sulla stessa linea del sindaco, tutto è cambiato: minorenni stipati in appartamenti oltre il limite consentito e da soli, frotte di ragazzini che acquistano alchool nelle alimentari e (alcuni)locali notturni stracolmi solo di queste piaghe ambulanti.

 

Tutto questo la nostra splendida terra non lo merita.

Che dite, cari concittadini, prima o poi passeremo dalle lamentele ai fatti?

 

Io attendo fiducioso.

Download
Delibera Pariolini.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.4 MB

Scrivi commento

Commenti: 0